di Silvia Tenan

Krakòw, o Cracovia in italiano, è un’ incantevole città in Polonia. Il suo centro medievale perfettamente intatto e conservato negli anni attira a sé molti turisti, tra i quali gli alunni della Frezzotti-Corradini, durante il mese di febbraio. Il loro viaggio non si è fermato solo a Cracovia, ma hanno visitato anche Praga e, in occasione del Giorno Della Memoria, Auschwitz e Birkenau. Il Giorno della Memoria prima citato si celebra ogni anno il 27 gennaio in ricordo della liberazione del lager di Auschwitz da parte dei russi nel 1945 e per commemorare le vittime della Shoah. I ragazzi sono stati scelti tra tutti quelli della scuola perché i più meritevoli, infatti questo è stato un viaggio premio. Ma non perdiamoci in chiacchiere e parliamo di questa bellissima città. È la città tra le più antiche ed estese dello stato, inoltre è anche un sito UNESCO ed il primo centro abitato considerato patrimonio dell’umanità. Pur essendo non molto grande, a Cracovia si possono vedere molti monumenti, edifici e quartieri interessanti, ad esempio quello ebraico. La prima tappa dei ragazzi è stata proprio la piazza principale, la più grande e bella, a detta loro. Qui si trovano due edifici che hanno colpito gli studenti: il palazzo del tessuto, ma soprattutto la Basilica di Santa Maria. Quest’ultima ha una storia particolare. Si narra che due fratelli costruirono le torri della basilica, iniziando una gara a chi la facesse meglio. Il primo si fermò dopo qualche mese, pensando che la sua fosse la più alta e la più bella. Invece si sbagliò, perché il fratello continuò e continuò fino a che il primo, geloso, andò lì e lo uccise con un coltello. Alla fine, preso dal rimorso, si buttò dalla torre. Questo coltello è ancora conservato nel palazzo del tessuto, intatto ed integro. Altra tappa dei ragazzi è stata la visita al castello del Wawel, un spettacolare castello rinascimentale. Nel Settecento, però, venne trasformato in una caserma militare dagli austriaci ed in seguito usato dai nazisti. Accanto al castello c’è anche una cattedrale in vari stili, dove sono stati sepolti vari personaggi famosi della storia. Ultima tappa dei nostri ragazzi sono state le miniere di sale poco lontano da Cracovia, a Wieliczka. Enormi e spettacolari, attirano ogni anno tantissima gente. Sono interamente scolpite nella pietra salina, un particolare tipo di pietra piena di sale (se metti un dito sulle pareti e lo metti in bocca puoi sentire salato), per volere di una principessa polacca. Durante il giro ci si imbatte in statue ricavate dalla pietra e, soprattutto, nella cattedrale, interamente in pietra. Infine, i ragazzi si sono recati a Praga, per continuare il loro viaggio premio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...