di Luca Bellezza e Christian Vona

Il 2 Aprile 2019, Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, le classi 1a G e 1a C  della scuola secondaria del nostro istituto hanno partecipato ad una manifestazione chiamata “ColoriAMOci di blu, l’inclusione sociale attraverso l’arte” insieme ad altre classi di 21 istituti da tutta la provincia di Latina.

Il blu è stato scelto come colore rappresentante l’autismo perché pensando al blu ci vengono in mente cose infinite e “profonde”, come il mare o il cielo. Questo sta a significare che, per comprendere e capire le persone con autismo, bisogna andare a fondo nei loro sentimenti.

Per questa manifestazione dobbiamo ringraziare le associazioni Forma Mentis e LatinAutismo che hanno organizzato l’evento e la Guardia di Finanza, che ci ha messo a disposizione la sala conferenze di Palazzo M.

Le nostre classi hanno gareggiato nella sezione E di Street Art. Mentre i compagni scelti per disegnare sono andati a preparare il lavoro, il resto della classe in sala conferenze ha avuto modo di vedere video ed ascoltare interventi sull’argomento e ha assistito alle premiazioni delle sezioni Grafica, Fotografia, Musica e Poesia.

Nei momenti che hanno preceduto l’attesa dichiarazione della squadra vincitrice nella sezione Street Art, tutti noi eravamo emozionatissimi: la tensione si è trasformata in una grande esultanza quando è stato letto il testo a commento della nostra opera ed è stato così assegnato alla squadra della Corradini il meritato primo posto!

Il dipinto, ideato dagli alunni di tutte e due le classe e realizzato dagli otto ragazzi che hanno composto la squadra, rappresenta una bambina che ha in mano lo stelo di una margherita con il quale sta facendo il gioco del “m’ama o non m’ama”: lascia il petalo blu attaccato perché l’ ha colpita, prova a soffiarlo, ma non si stacca perché è legato allo stelo, che col suo colore rosso rappresenta l’amore. Sul petalo blu c’ è scritto “m’ama” perché anche se non sembra ed a volte non lo dimostra, il bambino con autismo ama ed a suo modo entra in relazione con gli altri. I petali hanno scritture diverse perché tutti siamo diversi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...